Monday, 10 November 2014

St Martin's Day in Venice

LOCAL TRADITIONS - The festival of St Martin in Venice on 11th November

If on the 11th November you go to Venice you may encounter groups of kids hitting pots and pans to celebrate St Martin.

The festival of St. Martin is very important in Venice and has a long tradition. The cult of this saint is in fact very old, since the church itself was actually founded in the eighth century, perhaps by refugees from the city of Ravenna, where the cult was followed.

In ancient times it was customary on St. Martin’s Day to eat and drink seasonal products, such as chestnuts and wine, but then it became a party related to children who, like the English-speaking peers on Halloween, went around looking for treats.

Unfortunately it is a tradition that is disappearing, but nowadays on 11th November you can still meet children around Venice with paper crowns on their heads making a lot of noise beating pots and pans with wooden spoons and counting on the generosity and friendliness of shopkeepers to give them a little bit of money.

In addition, bakers display delicious ‘San Martini’ biscuits and cakes made of short crust pastry, covered in icing, chocolate and sweets and representing the Saint on horseback as he prepares to cut the coat to be offered to the poor man. But also Venetian mothers cook it for their children and friends...

source: http://www.venetoinside.com

La tradizione di festeggiare San Martino a Venezia risale a molti secoli fa, iniziando dalla fondazione della chiesa dedicata al Santo nel 1540, e per poi continuare fino ai giorni nostri, diventando una festa molto sentita ed amata dai veneziani.
Per capire bene la tradizione di San Martino a Venezia, bisogna ricordare brevemente la famosa leggenda che viene insegnata a tutti i bambini nelle scuole:


“In un giorno di novembre, piovoso e freddo, Martino usciva a cavallo ricoperto con il suo mantello. Lungo la strada vide un povero, seminudo e barcollante dal freddo. Martino non avendo denaro con sé si impietosì e tagliò a metà il suo mantello donandone una parte al povero. Poco dopo smise di piovere e uscì il sole risaldando l'aria come fosse estate. Da qui il nome estate di San Martino, dove ancora oggi vengono ricordate le belle giornate di sole di novembre. Arrivata la notte Martino sognò Gesù con il mantello in mano ringraziandolo per il gesto di compassione.”
A Venezia la tradizione del San Martino viene ricordata soprattutto dai ragazzini l'11 novembre girando per le strade della città con una corona di carta in testa, e facendo un gran baccano con pentole e campanacci, contando sulla generosità della gente per ottenere qualche soldo. E' ancora possibile incontrare bambini con mamme a seguito per le calli di Venezia, così, se per caso vi capita di passare per Venezia in questa data, sappiate che la gente non è pazza :)

Il San Martino non si festeggia solo nelle strade di Venezia ma anche a tavola, o meglio in pasticceria: dolcetti di pasta frolla con la forma di San Martino a cavallo ricoperti di glassa al cioccolato con caramelle e altre decorazioni vengono esposti in vetrina e confezionati per essere portati a casa.

No comments: